Oltre 25 statistiche di email marketing per il 2022

Scritto da

Email marketing è uno dei canali di distribuzione dei contenuti più efficaci. Gli studi affermano che entro il 2023 quasi la metà della popolazione mondiale utilizzerà la posta elettronica. Ecco cosa dovresti sapere sulle ultime statistiche di email marketing per il 2022 ⇣.

Riepilogo di alcune delle statistiche e delle tendenze più interessanti dell'email marketing:

  • Quasi Il 92% degli utenti Internet adulti legge le proprie e-mail.
  • 58% di di individui leggere le loro e-mail prima di controllare i social media e le notizie.
  • Un enorme Il 42.3% cancellerà le proprie e-mail se l'email non è ottimizzata per i loro telefoni cellulari.
  • Le aziende riferiscono che l'email marketing ha una media ROI di $ 44 per ogni $ 1 speso.
  • Otto dei dieci responsabili marketing B2B citano l'email marketing come loro canale di maggior successo per la distribuzione di contenuti.
  • Circa Il 42% degli americani si iscrive a newsletter via email per ottenere sconti e offerte di vendita.
  • La ricerca suggerisce che Il 99% degli utenti di posta elettronica controlla la propria posta ogni giorno.
  • Più di Il 60% dei clienti è tornato all'acquisto un prodotto dopo aver ricevuto un'e-mail di retargeting dall'azienda.
  • Secondo un sondaggio di Campaign Monitor, le organizzazioni senza scopo di lucro ottengono il più alto tasso di apertura della posta elettronica.
  • Email che utilizzano linee tematiche personalizzate nell'oggetto ottieni un Tassi di apertura delle e-mail superiori del 26%.

Nonostante la crescita di Google la ricerca e Social Media, le campagne di email marketing ottengono ancora l'estensione massimo ritorno sull'investimento tra i canali di marketing digitale.

L'email marketing è destinato a prosperare per molti anni a venire perché il numero di gli utenti di posta elettronica attivi aumentano ogni anno.

Statistiche e tendenze dell'email marketing 2022

Ecco una raccolta delle statistiche di email marketing più aggiornate per darti lo stato attuale di ciò che sta accadendo nel 2022 e oltre.

Il ROI di un'efficace campagna di email marketing è del 4400%, restituendo $ 44 per ogni $ 1 speso in marketing.

Fonte: Campaign Monitor ^

Se usato in modo efficace, marketing via email può fornire risultati eccezionali.

Secondo uno studio di Campaign Monitor, l'email marketing è il re dei canali di marketing online con estensione ROI del 4400% e un ritorno di $ 44 per ogni $ 1 speso.

L'email marketing è uno dei canali di distribuzione dei contenuti più affidabili nel 2021.

Fonte: Kinsta ^

Quasi 87% del business-to-business e 79% dei marketer business-to-consumer utilizzare la posta elettronica come metodo di distribuzione dei contenuti principale. Invece di utilizzare il proprio sito Web o un blog, la maggior parte delle organizzazioni preferisce ancora la posta elettronica per distribuire contenuti B2B.

La ricerca indica anche che l'email marketing è efficace perché può nutrire e convertire i lead in vendite meglio di altri metodi. L'e-mail si distingue anche come uno dei canali di canalizzazione di vendita B2C più efficaci.

Ci sono più di 4 miliardi di utenti di posta elettronica attivi a livello globale.

Fonte: Statista ^

La posta elettronica continua a svolgere un ruolo fondamentale nella nostra vita. Entro il 2025, quasi la metà della popolazione mondiale utilizzerà la posta elettronica. Recenti ricerche indicano che ci sono circa 4.15 miliardi di utenti di posta elettronica a livello globale. È probabile che questo numero cresca fino a 4.6 miliardi in 2025.

Nel 306 sono state inviate e ricevute più di 2021 miliardi di e-mail. Il numero salirà a 376 miliardi nei prossimi quattro anni. Anche la quota di e-mail inviate dai telefoni cellulari è aumentata.

Il tasso medio di apertura delle e-mail è del 18% e la percentuale di clic media è del 2.6%.

Fonte: Campaign Monitor ^

Le aziende possono ottenere un eccellente ritorno sull'investimento attraverso l'email marketing.

Mentre i tassi di apertura, i tassi di clic e i tassi di annullamento dell'iscrizione variano a seconda del settore. I benchmark medi di posta elettronica per tutti i settori sono:

  • Tasso di apertura medio: 18.0%
  • Percentuale di clic media: 2.6%
  • Tasso medio di clic per aprire: 14.1%
  • Tasso medio di annullamento dell'iscrizione: 0.1%
benchmark di posta elettronica per settore
Fonte: https://www.campaignmonitor.com/resources/guides/email-marketing-benchmarks/

Circa il 35% dei destinatari di posta elettronica apre le proprie e-mail in base alla riga dell'oggetto.

Fonte: HubSpot ^

Gli esperti di marketing dovrebbero utilizzare titoli attraenti e titoli accattivanti per attirare l'attenzione degli utenti di posta elettronica.

È importante perché quasi il 58% degli utenti controlla immediatamente le proprie e-mail dopo che si sono svegliati, e Il 35% di loro apre le proprie e-mail in base alla riga dell'oggetto.

Un oggetto attraente ha senso anche perché un utente di posta elettronica su cinque controlla le proprie e-mail cinque volte al giorno.

Un buon titolo probabilmente aumenterà il tasso di apertura. La ricerca indica anche che le e-mail che includono il nome del destinatario hanno una percentuale di clic più elevata.

Le e-mail personalizzate migliorano del 50% il tasso di apertura delle e-mail.

Fonte: Marketing Dive ^

Le e-mail che hanno un oggetto e-mail personalizzato sono destinate a essere notate. Uno studio completo della casa editrice, Marketing Dive, lo indica le e-mail personalizzate offrono tassi di apertura del 21% rispetto al 14% di tassi di apertura sulle e-mail non personalizzate.

E-mail che offrono a il tocco personale porta a un aumento del 58% dei tassi di clic per aprire. Una riga dell'oggetto personalizzata aumenterà anche notevolmente i KPI della campagna.

Le e-mail inviate un'ora dopo l'abbandono del carrello convertono al 6.33%.

Fonte: Backlinko ^

Il retargeting dei consumatori, che lasciano i carrelli degli acquisti online, può aiutare i siti Web a riconquistare i clienti persi. Considerando che il tasso di apertura per il tasso di abbandono del carrello è un incredibile 40.14%, puoi aspettarti che il 6.33% degli acquirenti acquisti il ​​prodotto.

Le e-mail inviate un'ora dopo l'abbandono del carrello offrono rendimenti migliori. L'invio di tre e-mail di abbandono del carrello produce risultati migliori del 67% di una singola email di abbandono del carrello.

Il retargeting dei potenziali clienti ha senso perché oltre il 50% dei consumatori acquisterà qualcosa a seguito di un'e-mail di marketing almeno una volta al mese.

Un terzo degli e-mail marketer utilizza o prevede di utilizzare e-mail interattive.

Fonte: Hubspot ^

Le e-mail interattive stanno guadagnando popolarità perché offrono un'esperienza positiva all'interno del messaggio di posta elettronica.

Quasi Il 23% dei marchi utilizza e-mail interattive come parte delle loro campagne di marketing. Quasi il 32% degli e-mail marketer prevede inoltre di utilizzare e-mail interattive nelle future campagne e-mail.

L'email interattiva può variare in modo significativo. Può includere piccoli elementi interattivi come effetti al passaggio del mouse o un'esperienza più semplificata come consentire agli abbonati e-mail di aggiungere prodotti al carrello della spesa virtuale.

Il 63% delle aziende utilizza strumenti di terze parti per analizzare i risultati dell'email marketing.

Fonte: tornasole ^

Un numero crescente di operatori di email marketing utilizza strumenti avanzati per analizzare i risultati delle proprie campagne di marketing.

Solo Il 37% delle aziende utilizza la dashboard fornita dal loro fornitore di servizi di posta elettronica. Le restanti società integrano strumenti di terze parti per ottenere maggiori informazioni sulle prestazioni delle loro e-mail.

L'aggiunta di un video alla tua e-mail può aumentare la percentuale di clic delle e-mail del 300%.

Fonte: AB Tasty ^

Gli esperti utilizzano video nelle loro campagne e-mail per aumentare i tassi di conversione. Puoi aumentare il tasso di apertura delle tue e-mail all'80% includendo la parola "video" nell'e-mail. I risultati suggeriscono che anche i video nell'email possono diminuire il tasso di cancellazione del 75%.

Molte organizzazioni utilizzano le e-mail video per sviluppare la fiducia tra il loro pubblico. Società di email marketing preferiscono anche i video nelle loro e-mail perché aumentano la SEO e la condivisione sui social media.

Quasi il 42% degli utenti apre le e-mail sui propri telefoni cellulari.

Fonte: EmailMonday ^

Il telefono cellulare è l'ambiente più utilizzato per controllare le e-mail. Più di L'80% degli utenti di smartphone controlla regolarmente le proprie e-mail.

Sebbene gli smartphone siano il mezzo più comunemente utilizzato, anche il pubblico adulto preferisce utilizzare i tablet. Rispetto agli uomini, le donne trascorrono più tempo a interagire con la posta elettronica sui loro telefoni cellulari.

L'utilizzo di un'emoji nella riga dell'oggetto dell'email aumenterà il CTR del 93%.

Fonte: Outreach e Swiftpage ^

Gli emoji possono produrre un impatto positivo sulla campagna di posta elettronica. Uno studio di Swiftpage lo ha scoperto l'uso di emoji può aumentare i tassi di apertura unici del 29%.

Allo stesso modo, un sondaggio Experian ha concluso che l'uso di un aereo o di un ombrello emoji nella riga dell'oggetto dell'email aumenterà il tasso di apertura di quasi il 56%. Gli esperti di marketing dovrebbero anche utilizzare altri metodi per migliorare la qualità del contenuto.

Quando si utilizza un targeting e una segmentazione dei clienti adeguati, i professionisti del marketing possono generare entrate 3 volte maggiori rispetto alle e-mail trasmesse.

Fonte: Backlinko ^

Targeting dei clienti attraverso la segmentazione della posta elettronica può portare a risultati positivi. L'email segmentata guadagna percentuali di clic superiori del 100.95% rispetto alle email non segmentate.

La ricerca rivela anche che la personalizzazione della posta elettronica offre entrate e tassi di transazione sei volte superiori. Utilizzando e-mail mirate, puoi anche aumentare le tue entrate fino al 760%.

Quasi il 34% degli abbonati e-mail fa clic sulle proprie e-mail entro un'ora dalla ricezione.

Fonte: GetResponse ^

Gli abbonati e-mail aspettano sempre nuove offerte e vendite flash. Se stai eseguendo un'offerta sensibile al fattore tempo, è essenziale sapere che la prima ora di invio dell'e-mail è fondamentale perché un terzo degli utenti probabilmente aprirà l'e-mail entro un'ora. Col passare del tempo, la velocità di apertura di un'e-mail diminuisce gradualmente.

Dopo sei ore dall'invio dell'e-mail, quasi la metà dei tuoi clienti avrebbe aperto le proprie e-mail. Pertanto, è probabile che tu ottenga una risposta molto migliore effettuando il retargeting dei tuoi clienti dopo poche ore dall'invio dell'e-mail iniziale.

Apple iPhone e Gmail sono i due client di posta elettronica più popolari.

Fonte: tornasole analitiche ^

Apple iPhone ha una quota di mercato del client di posta elettronica del 37%. Gmail, invece, è al 34%. I calcoli si basano su 1.2 miliardi di aperture monitorate da Litmus Email Analytics nell'agosto 2021.

Il 74% dei Baby Boomer pensa che l'e-mail sia il canale più personale per ricevere comunicazioni dai marchi, seguita dal 72% della Gen X, dal 64% dei Millennial e dal 60% della Gen Z.

Fonte: Bluecore, 2021 ^

Secondo la ricerca, l'e-mail è ancora il modo più preferito e più personale per i consumatori di tutti i gruppi demografici di impegnarsi nei loro marchi preferiti. Ciò implica inoltre che, sebbene sia noto che i Millennial trascorrono la maggior parte del loro tempo sui social media, ciò non significa che questi siano i canali migliori per i marchi per guidare le vendite.

In media, la percentuale di clic e-mail più alta va al settore dei servizi di consulenza al 25%.

Fonte: contatto costante ^

Poiché il settore dei servizi di consulenza è in cima alla lista nella percentuale di clic sulla posta elettronica, i servizi di supporto amministrativo e aziendale hanno ottenuto il secondo posto con il 20%. I servizi per la casa e l'edilizia seguono da vicino al terzo posto con il 19%.

Ciò suggerisce che nell'inviare e-mail a un elenco segmentato, abbreviare le e-mail con un chiaro invito all'azione. Ciò manterrà bassi gli annullamenti e aumenterà le percentuali di clic.

Il 99% degli utenti di posta elettronica controlla la propria casella di posta ogni giorno, con alcuni che controllano 20 volte al giorno. Di queste persone, il 58% dei consumatori controlla la posta elettronica per prima cosa al mattino.

Fonte: OptinMonster ^

I risultati mostrano che l'e-mail rimane un ottimo modo per raggiungere il tuo pubblico. Questo non dipende da nessun gruppo di età. La disponibilità e l'accessibilità delle e-mail dai dispositivi mobili rende l'e-mail anche più popolare tra le persone in vari settori.

Il 40% dei consumatori afferma di avere almeno 50 email non lette nella propria casella di posta.

Fonte: Sinch ^

La ricerca di Sinch mostra che mentre è improbabile che i consumatori lascino messaggi mobili non letti, il 40% dei consumatori afferma di avere almeno 50 e-mail non lette. Inoltre, quasi 1 su 10 ha ammesso di avere più di 1000 email non lette.

Risparmiare tempo è il più grande vantaggio dell'automazione del marketing, al 30%.

Fonte: Amazon AWS ^

Secondo il rapporto, mentre il risparmio di tempo è il più grande vantaggio dell'automazione del marketing, ci sono molti altri vantaggi che vengono dopo in linea. Segue la lead generation al 22%. Le entrate più elevate vengono dopo al 17%.

La fidelizzazione dei clienti raggiunge l'11%. Altri vantaggi includono il monitoraggio delle campagne di marketing all'8% e l'accorciamento del ciclo di vendita al 2%.

Il momento migliore per inviare un'e-mail di marketing è tra le 6:2 e le XNUMX:XNUMX.

Fonte: Kinsta ^

Le campagne di email marketing ricevono il più alto tasso di apertura delle email al mattino e durante l'orario di lavoro d'ufficio.

Uno studio completo di GetResponse suggerisce che la maggior parte degli utenti controlla la posta tra le 6:2 e le XNUMX:XNUMX. Durante queste otto ore, il tasso di apertura delle e-mail rimane costante.

Dopo le 2:XNUMX, il tasso di apertura delle e-mail inizia a diminuire a un ritmo costante. Queste statistiche suggeriscono che gli e-mail marketer dovrebbero inviare le loro e-mail al mattino per ottenere un migliore tasso di risposta.

Il 18% delle email viene inviato il giovedì, il 17% il martedì, il 16% il mercoledì.

Fonte: Kinsta ^

Su 14 studi, tutti hanno ottenuto gli stessi risultati secondo cui il giorno migliore della settimana per inviare e-mail con il tasso di apertura più alto è giovedì al 18%. Se invii e-mail due volte a settimana, il secondo giorno migliore è il martedì al 17%. Il mercoledì viene dopo. Anche se il sabato è un altro giorno preferito, l'invio di campagne di e-mail marketing di sabato non avrà lo stesso impatto nei primi tre giorni menzionati.

Il 61% degli abbonati/clienti vorrebbe ricevere e-mail promozionali ogni settimana, il 38% – più frequentemente.

Fonte: Kinsta ^

Le persone si iscrivono alla tua mailing list perché vogliono ricevere offerte promozionali dalla tua azienda, sia su base settimanale che giornaliera. Negli Stati Uniti, il 91% degli americani desidera ricevere e-mail promozionali dalle aziende con cui fanno affari.

Le righe dell'oggetto delle email che contengono sei o sette parole ricevono il numero massimo di clic.

Fonte: Marketo ^

Le righe dell'oggetto dell'email sono fondamentali per il successo di una campagna di email marketing. La ricerca suggerisce che i team di marketing dovrebbero concentrarsi sulla creazione di un'intestazione attraente composta da sei o sette parole.

La percentuale di clic per aprire per questi tipi di messaggi di posta elettronica è quasi il 40% in più rispetto alle email che ne utilizzano otto o più di otto parole nella riga dell'oggetto. Il numero medio di caratteri per il tipo di campagna di maggior successo è di circa 40 parole.

Un pulsante di invito all'azione alla fine della riga dell'oggetto dell'email porta a una percentuale di clic superiore del 28%.

Fonte: Campaign Monitor ^

La maggior parte delle persone esegue la scansione delle proprie e-mail invece di leggerle. Pertanto, l'utilizzo di un pulsante alla fine della riga dell'oggetto dell'email è un ottimo modo per attirare l'attenzione.

I pulsanti hanno attributi unici, che li fanno risaltare rispetto al testo. Puoi modificare le dimensioni, il colore e il design del pulsante per adattarlo alla tua campagna e-mail. Alcuni esperti hanno segnalato un aumento di oltre il 100% del CTR quando si utilizza un pulsante nell'intestazione dell'email.

Fonte:

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale di riepilogo e ricevi le ultime notizie e tendenze del settore

Cliccando 'iscriviti' accetti il ​​nostro termini di utilizzo e informativa sulla privacy.