Oltre 22 statistiche sull'e-commerce e tendenze dello shopping online [aggiornamento 2024]

in Ricerca

2024 è qui e l'apocalisse del retail è alle porte ed è tutto grazie all'e-commerce e allo shopping online. Non conosci nessuno di questi termini? Sei arrivato nel posto giusto.

Questo articolo ti illustrerà tutto ciò che devi sapere su come l'e-commerce e lo shopping online si formeranno in 2020. Perché rimanere aggiornato con le ultime statistiche sull'e-commerce e le tendenze dello shopping online è essenziale per qualsiasi attività online quest'anno.

  1. Acquisto di statistiche e fatti sul comportamento
  2. Statistiche e fatti del carrello abbandonato
  3. Statistiche e fatti sulle prestazioni della piattaforma
  4. Statistiche e fatti sui contenuti video
  5. Statistiche e fatti sull'e-commerce sociale

Il apocalisse al dettaglio si riferisce alla chiusura di un gran numero di mattone e malta luoghi, in particolare catene di negozi.

Questa apocalisse si è verificata sin dall'inizio 2010 secondi e c'è nessuna fine in vista. La causa? La crescita di e-commerce e acquisti online che no ci consente di avere prodotti a portata di mano senza nemmeno aprire un catalogo o uscire dalla porta principale.

L'e-commerce è l'atto di acquistare o vendere prodotti e servizi online. È andato a gonfie vele sin dall'inizio 1970 secondi quando gli studenti di Stanford e del MIT hanno usato ARPANET per organizzare la vendita di cannabis.

Oggi, i marchi di e-commerce e shopping online sono nomi familiari. Hai mai sentito parlare di un sito web chiamato Amazon? In 2015, il sito di shopping online è stato preso in considerazione metà di tutta la crescita dell'e-commerce. Questo argomento è la porta verso il futuro e conoscere l'ultimo e-commerce e statistiche di Internet per il 2020 è fondamentale per essere al corrente.

1. Acquisto di statistiche sul comportamento 2024

Gli uomini spendono più per transazione rispetto alle donne - all'incirca 68 per cento in più

Fonte: https://home.kpmg/bh/en/home/insights/2017/01/online-purchase-behavior.html

Secondo KPMG, gli uomini spendono circa il 68% in più di denaro nelle loro transazioni rispetto alle donne. Ciò è dovuto al fatto che è più probabile che acquistino prodotti di lusso ed elettronica, oltre che acquistare all'ingrosso rispetto alle loro controparti femminili. Le donne hanno maggiori probabilità di acquistare alimenti e trucchi che sono articoli a basso costo.

Gli uomini massimizzano il loro tempo online e finiscono per spendere più denaro a causa di ciò. Se stai cercando di aumentare le vendite per il pubblico maschile nel tuo marketplace dell'e-commerce, prova a offrire pacchetti. Gli uomini hanno maggiori probabilità di trovare il tempo per capire che possono comprare un pacchetto più grande in una volta e spendere più denaro contemporaneamente - quindi non devono tornare più tardi - di una donna.

Gli utenti Internet globali sono sempre più coinvolti nello shopping online: il 93.5% ha sperimentato l'acquisto di prodotti online e continua a contare

Fonte: https://optinmonster.com/email-marketing-vs-social-media-performance-2016-2019-statistics

Secondo OptinMonster, sia l'e-mail che il social media marketing possono influenzare i comportamenti di acquisto degli utenti Internet globali. Mentre il social media marketing offre percorsi per interagire socialmente prima di decidere cosa acquistare, l'e-mail marketing è anche molto essenziale per promuovere i marchi e utilizzare la potenza del contenuto audiovisivo per ottenere più traffico, vendite, conversioni e un ROI ancora più elevato .

I consumatori sono creature abitudinarie: il 30% preferirebbe tornare a un sito Web che hanno acquistato in precedenza

Fonte: https://assets.kpmg/content/dam/kpmg/xx/pdf/2017/01/the-truth-about-online-consumers.pdf

Se hai un'esperienza positiva con un marchio, la ricerca dice che difficilmente ti allontanerai da quel marchio. Questo è uno dei motivi per cui le e-mail indirizzate ai clienti dopo che sono già state acquistate da un sito Web una volta sono così efficaci. Proprio come tornare al tuo stesso negozio preferito in un centro commerciale, lo shopping online è molto simile. Conoscete i marchi di cui vi fidate e siete pronti a seguirvi.

Ricorda Amazon? Intorno al 59 per cento dei Millennial si dice che siano diretti su Amazon prima di qualsiasi altro sito di e-commerce

Fonte: https://whatmillennialswant.inviqa.com

Cosa dice questo sul mercato dell'e-commerce? Si tratta di comodità. Amazon commercializza la convenienza prima di ogni altra cosa. La loro opzione di spedizione Prime è la quintessenza della convenienza perché porta il prodotto a portata di mano prima che sia disponibile un numero di tracciabilità per individuare il pacco.

Una volta che Amazon ti ha preso, non tornerai mai indietro. Inoltre, Amazon offre tanti oggetti diversi di cui hai bisogno, non c'è davvero bisogno di guardare altrove.

I consumatori online stanno diventando più attivi online: circa la percentuale di 30 postano feedback e lasciano recensioni

Fonte: https://assets.kpmg/content/dam/kpmg/xx/pdf/2017/01/the-truth-about-online-consumers.pdf

Sebbene le recensioni non siano disponibili nei negozi fisici, possono prendere o distruggere la decisione di effettuare un acquisto online. Tieni presente che ora questo è parte integrante dell'esperienza di acquisto online. Il mercato è ora uno spazio in cui gli acquirenti possono scambiarsi informazioni su aziende e prodotti. Può essere utile per i consumatori ma può davvero danneggiare le vendite se il prodotto non fa quello che dovrebbe.

Si stima che per 2040 circa il 95 di tutti gli acquisti avverrà tramite e-commerce

Fonte: https://www.nasdaq.com/articles/uk-online-shopping-and-e-commerce-statistics-2017-2017-03-14

Se fino a quel momento non eri un miscredente, questo è uno spunto per salire a bordo. Può essere difficile se ami l'esperienza di acquisto di andare in un centro commerciale. Eppure, non è solo la strada del futuro. Con l'apocalisse al dettaglio su di noi, stiamo guardando un sacco di

Le carte di credito sono le più utilizzate a livello globale per l'invio di pagamenti online, utilizzate nel 53% delle transazioni, seguite dai sistemi di pagamento digitali (43%) e dalle carte di debito (38%).

Fonte: https://kinsta.com/blog/ecommerce-statistics/

Come riporta Kinsta, la distribuzione percentuale mostra che l'utilizzo di una carta di credito è il metodo più preferito. L'Europa occidentale e la Cina preferiscono ancora metodi di pagamento digitali come Strip, PayPal e altre modalità correlate. D'altra parte, il Medio Oriente, l'Africa e l'Europa orientale preferiscono ancora il contrassegno.

L'account per lo shopping natalizio offline rappresenta il 76% dei clienti globali

Fonte: https://geomarketing.com/76-percent-of-consumers-prefer-in-store-to-online-for-their-holiday-shopping-needs

Secondo GeoMarketing, i clienti possono cercare articoli o articoli per le vacanze online, ma il 76% di loro visiterà personalmente questi negozi fisici per acquistare i loro articoli preferiti per le vacanze dei propri cari. I loro smartphone vengono utilizzati principalmente per trovare le posizioni dei negozi (27 percento), trovare offerte (18 percento), confrontare i prezzi (13 percento) e cercare prodotti online (6 percento).

PayPal è la scelta migliore per gli americani quando si tratta di pagamenti online

Fonte: https://www.statista.com/forecasts/997132/online-payments-by-brand-in-the-us?_ga=2.25053752.360826186.1632191170-1179510427.1632191170

Secondo Statista, PayPal raggiunge l'89% delle preferenze dei clienti quando si tratta dei gateway di pagamento preferiti dalla maggior parte degli americani. Sebbene Stripe, Venn, Wise, Skrill e altri gateway di pagamento siano ampiamente disponibili per loro, hanno affermato che PayPal è il più adatto e molto conveniente per le loro esigenze.

2. Statistiche del carrello abbandonate 2024

A volte è difficile da seguire. I costi aggiuntivi imprevisti associati allo shopping online hanno all'incirca la percentuale di 60 che abbandona i propri carrelli alla cassa

Fonte: https://baymard.com/lists/cart-abandonment-rate

Queste spese extra sono uno dei motivi per cui Amazon sta uccidendo il gioco di e-commerce in 2019. Agli acquirenti piace vedere esattamente quello che otterranno in termini di costi. Se un acquirente stava ottenendo un affare incredibile fino a quando non ha fatto clic sull'icona del carrello, non c'è da meravigliarsi che non stiano seguendo il pagamento.

Avere lo shopping online e i siti di e-commerce in grado di indovinare gli acquirenti in eventuali commissioni aggiuntive in anticipo porterà a un risultato molto più felice su entrambi i fronti.

Tutti amano un affare - 54 percento di acquirenti torna indietro e acquista quegli oggetti abbandonati nei loro cesti se il prezzo cala

Fonte: https://www.nchannel.com/blog/retail-data-ecommerce-statistics/

Se lo metti nel carrello, probabilmente lo volevi, ma quelle spese inaspettate ti spaventavano. Detto questo, se il prezzo del tuo carrello cade, perché non dovresti tornare indietro e acquistarlo? Questo è il comportamento di oltre la metà degli acquirenti online là fuori.

Gli acquirenti non sono impegnativi: la percentuale 23 non tenterà di acquistare se devono creare un account

Fonte: https://www.nchannel.com/blog/retail-data-ecommerce-statistics/

Se sei un acquirente online, probabilmente sei stato lì. Questo non sarà un evento banale in un sito come Amazon. Tuttavia, se stai provando un nuovo sito, potresti vedere alcune cose che ti piacciono e metterlo nel tuo carrello. Prima che tu te ne accorga, stai andando alla cassa e il sito ti colpisce con "Crea un account".

mentre alcuni siti web di e-commerce sono diventati saggi e hanno aggiunto un'opzione "controlla come ospite", altri insistono sul fatto che tu crei un account. Secondo N Channel, 1 acquirente su 5 non sta cercando di farlo. Stanno cercando di accelerare il check-out senza dover fornire alcuna informazione personale. I siti di e-commerce che cercano più vendite faranno bene ad aggiungere un'opzione che non richiede la creazione di un account per l'acquisto.

3. Statistiche prestazioni piattaforma 2024

Il servizio clienti è importante. Circa la percentuale di partecipanti 80 ha dichiarato di smettere di dare il proprio business alle aziende a causa di una scarsa esperienza nel servizio clienti

Fonte: https://blog.hubspot.com/news-trends/customer-acquisition-study

Potresti già avere in mente un incidente specifico infografica statistica. Hai mai incontrato un'azienda davvero difficile con cui lavorare? Hai mai avuto un'esperienza orribile del servizio clienti che ha rovinato per sempre un'azienda per te? Forse hai anche giurato che non avresti mai più dato loro la tua attività in una telefonata arrabbiata con un agente del servizio clienti?

Moduli a più passaggi in WordPress produce maggiori conversioni. Circa 300 in più

Fonte: https://www.ventureharbour.com/multi-step-lead-forms-get-300-conversions/

Secondo Venture Harbour, ci sono 8 trucchi per WordPress moduli a più passaggi che "si convertono come un matto". Questi includono suggerimenti come la creazione di domande a basso attrito con i pulsanti di selezione delle immagini per ridurre al minimo la digitazione e l'utilizzo della logica condizionale per personalizzare le domande tra le altre.

Gli acquisti da mobile lo sono spesso influenzato dalle e-mail inviato dal rivenditore. Pertanto, mentre un consumatore può iniziare sul proprio telefono o laptop o iPad, l'acquisto viene completato su un altro dispositivo perché le informazioni sono così accessibili da tutte le piattaforme.

I consumatori acquistano su più dispositivi. Intorno alla percentuale di 85 dei clienti inizierà qualsiasi acquisto su un dispositivo e lo completerà su un altro

Fonte: https://www.thinkwithgoogle.com/consumer-insights/how-digital-connects-shoppers-to-local-stores/

Qualunque cosa sia successa, è stato memorabile. Se hai manzo con un'azienda, non stai cercando di lavorare con loro di nuovo ed è così che la maggior parte dei consumatori sono. Avere un buon servizio clienti quando non si ha tempo di lavoro con i propri clienti è altrettanto importante di un edificio in mattoni e malta, ma sempre più impegnativo.

Attenzione ai siti lenti. Se il tuo sito Web richiede più di 3 secondi per il caricamento, la percentuale di consumatori 57 farà clic anziché attendere

Fonte: https://www.pure360.com/warm-up-ip-address/

Con la rivoluzione dell'e-commerce arriva la necessità di soddisfare il bisogno dei consumatori di Internet veloce. Se i siti sono lenti allora lo saranno anche le vendite. Aspettare il caricamento delle pagine equivale ad aspettare in fila al centro commerciale e gli acquirenti del 2019 non vogliono farci niente.

4. Contenuto video Statistiche e-commerce 2024

Il traffico organico migliora fino a 157 per cento con i video

Fonte: https://www.hubspot.com/marketing-statistics

I siti Web che danno il meglio sono quelli con i video. Che sia perché i video sono generalmente più utili per i consumatori o perché sono più interessanti della lettura del materiale, in entrambi i casi, il traffico aumenta quando i video sono coinvolti.

Quando si effettua un acquisto, la percentuale di utenti 80 ha trovato utili i video

Fonte: https://www.hubspot.com/marketing-statistics

Ti sei mai imbattuto in un video tutorial davvero utile o in una demo del prodotto? Se lo hai, sai che può migliorare di dieci volte la tua esperienza di acquisto. Parte del motivo per cui alcuni acquirenti amano così tanto andare in un luogo fisico è che consente loro di avere il prodotto fisico nelle loro mani.

Puoi passare così poco tempo con un oggetto e sapere che non è per te. Anche se non sostituisce completamente l'esperienza, vedere qualcun altro gestire un prodotto può aiutarti a valutare come ti piacerebbe. Forse vedere la giacca modellata su qualcuno che ha le stesse dimensioni o tutte le tasche nello zaino in un video è solo il punto di svolta di cui hai bisogno.

Le immagini sono una parte significativa del processo decisionale del consumatore. Nove per gli acquirenti 10 dicono che è la parte più importante della loro decisione di acquisto

Fonte: https://www.jlbmedia.com/benefits-product-video-production/

Compreresti qualcosa che non hai mai visto prima? È probabile che la risposta sia "assolutamente impossibile!" Che si tratti di immagini o video, devi assicurarti di sapere cosa stai ricevendo prima di ordinarlo. Pertanto, i video stimolano il coinvolgimento sui siti Web perché mostrano i prodotti in tempo reale. Gli utenti possono vedere esattamente come utilizzerebbero il prodotto e come appare.

La visualizzazione di un video su un prodotto è preferita quattro volte di più rispetto a una semplice lettura del prodotto

Fonte: https://animoto.com/blog/business/video-marketing-cheat-sheet-infographic/

Affrontiamolo. Leggere su un prodotto non è così facile come guardare qualcosa a riguardo. Se riesci a guardare un tutorial o un video dimostrativo, sai esattamente come il prodotto è destinato ad essere utilizzato in modo user-friendly. Richiede meno tempo e meno sforzo e sarai molto più vicino all'acquisto dell'oggetto desiderato in pochissimo tempo.

5. Statistiche social media e-commerce 2024

Se un negozio ha una presenza sui social media, aumenta le vendite medie di 32 per cento

Fonte: https://www.bigcommerce.com/blog/5-social-stats-for-online-storeowners/

In generale, la maggior parte delle persone si fida di aziende che hanno sempre più presenza online. Se riesci a trovare il loro Facebook o Instagram, aumenta la possibilità che tu possa conoscere i loro prodotti. Se i consumatori possono interagire con un negozio tramite i loro social media, è più probabile che si sentano a loro agio e facciano un acquisto. Pertanto, aumenta le vendite online di un negozio in percentuale 32.

Facebook è il forum di e-commerce più popolare. Circa la percentuale di 85 di tutti gli acquisti di e-commerce su un sito di social media viene da Facebook

Fonte: https://www.shopify.com/infographics/social-commerce

Anche se potresti non averne familiarità, il mercato dell'e-commerce di Facebook potrebbe diventare sempre più rilevante in futuro. Attualmente, circa la percentuale 85 di tutti gli acquisti di e-commerce sui social media è sulla piattaforma di Mark Zuckerberg.

Mentre Facebook ha attualmente il monopolio, il suo successo in forte espansione potrebbe iniziare a essere emulato da altri giganti dei social media come Instagram o Twitter. Solo il tempo dirà dove l'e-commerce può espandersi e continuare ad avere successo.

Se il contenuto è visivo, è probabile che i tempi di 40 vengano condivisi sui social media

Fonte: https://www.dreamgrow.com/21-social-media-marketing-statistics/

Il contenuto visivo è più attraente per i consumatori e, quindi, è molto più probabile che lo condividano con le loro cerchie interne. I social media, proprio come l'e-commerce e lo shopping online, stanno cambiando il modo in cui vengono visualizzati i prodotti. Ora i prodotti possono essere indirizzati istantaneamente ad amici e familiari se un consumatore ne è soddisfatto. Rendere un prodotto commercializzabile sui social media è ora tanto importante quanto garantire che il tuo sito sia di facile utilizzo.

6. Takeaways chiave

Quindi, quali sono le considerazioni chiave dell'ecommerce 2024 e del settore dello shopping online che queste statistiche indicano?

  • Capire come operano i consumatori è importante per aumentare le vendite di e-commerce e acquisti online.
  • L'ottimizzazione dei siti Web mobili aiuterà i consumatori a operare meglio e ad aumentare le vendite. I siti Web mobili che non sono ottimizzati stanno ostacolando i clienti che influiscono sulle statistiche delle prestazioni della piattaforma.
  • Mentre l'abbandono del carrello avverrà anche con i migliori siti in assoluto, capire se sta accadendo solo perché gli acquirenti non sono committenti o perché il sito stesso è un ostacolo per l'acquirente, è incredibilmente importante. Se è quest'ultimo, è importante apportare modifiche al sito stesso. Come potrebbe apparire questa modifica?
  • Comunicare anticipatamente agli acquirenti eventuali costi aggiuntivi in ​​modo che non vi sia alcuno shock adesivo nel carrello.
  • Non imporre la creazione di un account per acquistare articoli.
  • Invia una email promemoria per le persone che hanno abbandonato i carrelli. Ancora meglio, se una vendita capita di colpire i loro articoli nel carrello, li rende molto più propensi ad acquistare.
  • Nel giorno e nell'età dei social media, i contenuti video possono migliorare il coinvolgimento e aiutare i consumatori a comprendere il modo in cui i prodotti funzionano in modo più efficace rispetto ai contenuti scritti o persino alle fotografie.
  • I social media e i loro mercati di e-commerce possono aiutare a costruire la consapevolezza del marchio. L'utilizzo di questa strada può aiutare a migliorare il business e diventare competitivo in questa nuova industria in forte espansione.

Nel complesso, l'industria dell'e-commerce e dello shopping online diventerà presto una via per il futuro. Le statistiche di e-commerce disponibili dimostrano che esistono diversi modi per visualizzare gli aspetti benefici dell'acquisto e della vendita di servizi online.

Sia che si consideri il comportamento dell'acquirente, le prestazioni della piattaforma o statistiche sui social media, l'aspetto più importante è solo capire come operano i consumatori per continuare a far crescere l'e-commerce.

Con il 95% degli acquisti diretti al mercato online in quasi 20 anni, è meglio imparare a sfruttare al meglio la tua esperienza di acquisto o vendita.

Chi Autore

Matt Ahlgren

Mathias Ahlgren è il CEO e fondatore di Website Rating, guidando un team globale di editori e scrittori. Ha conseguito un master in scienze e management dell'informazione. La sua carriera si è concentrata sulla SEO dopo le prime esperienze di sviluppo web durante l'università. Con oltre 15 anni nel SEO, nel marketing digitale e nello sviluppo web. Il suo focus include anche la sicurezza dei siti web, testimoniata da un certificato in Cyber ​​Security. Questa competenza diversificata è alla base della sua leadership Website Rating.

Squadra WSR

Il "WSR Team" è il gruppo collettivo di redattori e scrittori esperti specializzati in tecnologia, sicurezza Internet, marketing digitale e sviluppo web. Appassionati del regno digitale, producono contenuti ben studiati, approfonditi e accessibili. Il loro impegno per l'accuratezza e la chiarezza lo rende Website Rating una risorsa affidabile per rimanere informati nel dinamico mondo digitale.

Lindsay Liedke

Lindsay Liedke

Lindsay è il caporedattore di Website Rating, gioca un ruolo fondamentale nel dare forma al contenuto del sito. È a capo di un team dedicato di redattori e scrittori tecnici, concentrandosi su aree quali produttività, apprendimento online e scrittura basata sull'intelligenza artificiale. La sua esperienza garantisce la fornitura di contenuti approfonditi e autorevoli in questi campi in evoluzione.

Tieniti informato! Iscriviti alla nostra newsletter
Abbonati ora e ottieni l'accesso gratuito a guide, strumenti e risorse riservati agli abbonati.
È possibile disdire in qualsiasi momento. I tuoi dati sono al sicuro.
Tieniti informato! Iscriviti alla nostra newsletter
Abbonati ora e ottieni l'accesso gratuito a guide, strumenti e risorse riservati agli abbonati.
È possibile disdire in qualsiasi momento. I tuoi dati sono al sicuro.
Condividere a...